Come agevolare la pulizia della camere con il carrello portabiancheria

0
308

La pulizia all’interno di un hotel o struttura ricettiva è fondamentale per poter garantire un’ottima esperienza ai clienti e ottenere così recensioni positive.

L’ordine di pulizia delle camere è frutto di un’attenta pianificazione: infatti non vengono riassettate in ordine di numerazione, ma di priorità. Questa è decisa a seconda della lista degli arrivi e delle partenze: per prime si riassettano le stanze che verranno occupate in giornata, poi quelle di cui gli occupanti hanno richiesto la pulizia e infine tutte le altre.

Niente viene tralasciato: in particolare il bagno e il letto hanno bisogno di più attenzioni, perché sono le parti della stanza nei confronti delle quali il cliente richiede la massima pulizia.

Il tutto deve essere fatto in poco tempo, perché c’è una tabella di marcia ben precisa.

Per agevolare il processo di pulizia, quindi, il carrello portabiancheria deve essere preparato in precedenza a seconda delle necessità e della quantità di camere.

Esistono carrelli portabiancheria per ogni esigenza. Per esempio, se la struttura alberghiera è di modeste dimensioni, con poche camere per piano, l’opzione migliore sono i carrelli portabiancheria con un sacco singolo. Così il personale sarà in grado di trasportare i prodotti da sostituire e la biancheria pulita e, allo stesso tempo, portare via quella sporca nell’apposito sacco. Al contrario per una struttura di dimensioni medie o grandi il carrello portabiancheria più adatto è quello che, oltre al carrello centrale, è anche dotato di un doppio sacco. Questo può essere usato in diversi modi, ad esempio per raccogliere il doppio della biancheria sporca. Oppure si può sostituire uno dei due sacchi con uno per la raccolta della spazzatura: sono le esigenze dell’hotel a decidere!

Così come un albergo che ha bisogno di carrelli dal design raffinato e senza i ripiani in bella vista farà bene a scegliere i carrelli portabiancheria armadiati. Sono disponibili in due versioni: con i ripiani a giorno e chiusi con ante, per chi vuole un’opzione più discreta.

Se, al contrario, non c’è bisogno di nascondere i prodotti si trovano anche i carrelli portabiancheria con ripiani aperti: in questo modo è molto più facile accedere al materiale necessario per la pulizia della camera. Si accelerano, quindi, i tempi, e in più il carrello ne guadagna in leggerezza!

Se invece c’è la necessità di raccogliere una grande quantità di biancheria sporca nel minore tempo possibile il carrello potrebbe non essere lo strumento più adatto. Perché non provare, invece, i cestoni portabiancheria? Sono capienti e resistenti, così sarà semplice raccogliere grandi volumi di biancheria in una sola volta.

I carrelli portabiancheria non devono essere necessariamente ingombranti: possono essere anche compatti e facili da manovrare, in modo da infilarsi negli spazi più stretti. Anche l’hotel più piccolo merita una pulizia eccellente!

Tutti questi carrelli portabiancheria hanno delle cose in comune: la loro struttura è montata su ruote, sono disponibili in diversi colori che si abbinano a qualunque interno, e soprattutto sono un elemento fondamentale nella pulizia degli hotel. Non resta, quindi, che scegliere quello che più si adatta alle esigenze della struttura e del personale, che così potrà svolgere il proprio lavoro al meglio delle possibilità!