I migliori consigli per arredare la cucina di piccole dimensioni

0
369

Arredare una cucina di dimensioni piccole potrebbe sembrare difficile ma se si conoscono i trucchi che anche i migliori Interior designer utilizzano è possibile sfruttare al massimo lo spazio, valorizzandolo. Questa guida spiega come si fa.

  1. Sfruttare l’altezza

Una cucina di dimensioni ridotte va occupata fino in cima. Questo significa che le cucine Roma devono avere mobili fatti su misura che arrivano fino al soffitto. Questo permette di sfruttare al meglio lo spazio a disposizione massimizzando gli elementi contenitivi. Allo stesso modo, si può sfruttare anche la lunghezza sviluppando gli elementi nel senso orizzontale invece che verticale.

  1. Preferire superfici ininterrotte

Per dare l’impressione che la stazione disposizione sia maggiore di quello che in realtà le Cucine Roma devono avere superfici ininterrotte. Si tratta di preferire pensili con ante lisce prive di decorazioni o cornici. Addirittura preferibile non utilizzare nemmeno le maniglie ma usare altri tipi di apertura in maniera da ingannare l’occhio per far sembrare lo spazio più grande di quello che in realtà.

  1. Curare l’ordine

Grazie ai mobili contenitivi, in una cucina con metratura ridotta bisogna E tenere tutto perfettamente in ordine. Un errore pensare di poter lasciare tanti elementi a vista o appendere tazza tazzina perché sono tutti elementi che danno l’impressione di uno spazio occupato. Al contrario, è necessario curare e far sì che il piano di lavoro della cucina sia perfettamente libero sgombero.

  1. Preferire colori tenui e luminosi

Bisogna sempre lavorare sulla luce E Sulla luminosità degli ambienti quando si progettano cucine Roma in spazi ridotti. Se lo spazio a disposizione è poco, esiste il rischio di ridurre ancora di più la luminosità se si scelgono i colori sbagliati.

Quando bisogna arredare una cucina di metratura piccola, i colori da preferire sono quelli più tenui e luminosi. La paletta può contenere il bianco e le sue sfumature oppure la scala di grigi, potendo anche inserire un colore a contrasto che spezzi un po’ la monotonia.