Il lifting facciale: come si fa e quali risultati si ottengono

0
213

Il lifting facciale è l’intervento di medicina estetica Milano che permette di avere un viso con anche 15 – 20 anni in meno. Il segreto è andare a tendere la pelle eliminando così ogni ruga e segno del tempo che passa. Questo intervento è quello che ci vuole per contrastare il cedimento cutaneo, un processo naturale che progredisce con l’avanzare dell’età. Non c’è però un’età precisa per sottoporsi al lifting facciale poiché il progresso del cedimento cutaneo cambia da persona a persona.

Come si fa

Per tendere la pelle del viso ed eliminare i segni di espressione e rughe, anche quelle profonde, il chirurgo estetico incide la pelle lungo l’attaccatura dei capelli fino ad arrivare alla nuca. Ora la pelle va scollata dai tessuti sottostanti. Il chirurgo plastico rinsalda le fasce muscolari facciali e le suture nella giusta posizione. Infatti, il tempo fa cedere anche questi muscoli che ora tornano nella giusta posizione, evitando di avere i connotati modificati per effetto del tempo che passa. Questa procedura di medicina estetica Milano si conclude dopo che il chirurgo ha tolto una striscia di pelle in eccesso, tendendo bene quella che resta senza antiestetici cedimenti. La pelle viene suturata con una particolare tecnica per far sì che le cicatrici siano minime e impercettibili.

Quali risultati si ottengono

Dopo questo intervento di medicina estetica Milano la zona risulta dolorante, gonfia e anche tumescente. È del tutto normale che si presenti un edema dopo l’intervento. Il chirurgo può anche valutare di lasciare un piccolo tubicino di drenaggio inserito nella ferita chirurgica per facilitare la guarigione. Non appena il gonfiore passa, circa una settimana. Si possono notare i primi risultati del lifting facciale. La pelle ora è ben tesa, tonica e senza segni del tempo che passa. La pelle è come levigata e i contorni del volto sono quelli originali. Chi ha avuto per anni un viso inconoscibile per colpa del cedimento cutaneo, ora ha di nuovo i connotati al posto giusto. Lovale è ridensificato e il profilo perfetto.